il PROGETTO

il progetto

TWIN ambisce a sviluppare un modello di rigenerazione territoriale, unendo turismo lento, recupero architettonico e inclusione sociale.

Il progetto ha scelto come campo di prova un contesto montano “speciale” della nostra penisola. L’Appennino sul confine tra Liguria, Emilia-Romagna e Toscana è un crocevia di linee lente, attraversato in direzione est-ovest da Sentiero Italia – CAI e a nord-sud da ben tre cammini religiosi: la Via degli Abati, la Via Francigena e la Via Matildica. Sebbene depressi e poco valorizzati, questi territori celano notevoli ricchezze ambientali e culturali.

TWIN si propone di innescare flussi turistici sportivi itineranti in grado di fare da leva per rigenerare territori fragili e offrire occupazione alle categorie deboli e bisognose di inclusione sociale – come detenuti, tossicodipendenti o disoccupati.

Lungo i sentieri del turismo lento, infatti, sorgono edifici pubblici o di proprietà collettiva di vario genere, abbandonati, sottoutilizzati e sottoposti a crolli e degrado, che grazie a un recupero architettonico diventeranno un laboratorio di sperimentazione di un modello occupazionale innovativo e inclusivo. L’obiettivo finale è creare un modello di sviluppo solidale e replicabile, orientato alla reciprocità e all’inclusione e in grado di attrarre le politiche pubbliche.

TWIN è un progetto di ricerca vincitore del Polisocial Award 2019. Polisocial è il programma di impegno e responsabilità sociale del Politecnico di Milano. Finanziato con i fondi del 5 per mille IRPEF devoluti al Politecnico, il progetto ha la durata di 18 mesi, prevalentemente dedicati all’analisi dei territori e alla messa a punto del modello di sviluppo. In base ai risultati ottenuti – e grazie al contributo economico del CAI – nell’ultima fase di TWIN sarà forse possibile intaprendere una sperimentazione concreta.